FOREVER FLORALS @ Italian McArthurGlen Designer Outlet: I RUGGENTI 20’s

“(Una donna) deve odorare di donna e non di rosa”: questa la ragione che Coco Chanel adduceva per spiegare la realizzazione sintetica del suo profumo, il famoso Chanel n.5, creato nel 1919.

Abito anni '20 di sartoria italiana, Archivio A.N.G.E.L.O.
Abito anni ’20 di sartoria italiana, Archivio A.N.G.E.L.O.

Da questa premessa sembra non esserci molto spazio per i fiori nei cosiddetti “anni ruggenti”, ma non è così.
Anche se in questo decennio siamo ben lontani dallo stile della dama rococò che aveva fatto della profusione di fiori applicati uno dei suoi tratti distintivi e di cui Madame Pompadour era il rappresentante più accreditato, il tema floreale negli anni ’20 è centrale in tutti i settori: dalla moda all’arte, dall’architettura al design.

I motivi naturalistici ricoprono abiti morbidi dalle linee dritte e la vita ribassata, gioielli che si posano su tutte le parti lasciate libere dai vestiti – capelli, spalle, collo, braccia, caviglie – ma anche oggetti di design, arredi e grafiche dell’epoca.

La donna – e con lei chi ne elabora lo stile – sottolinea con orgoglio le nuove conquiste di questi anni e il suo prendere parte con maggiore coinvolgimento alle attività del mondo esterno, sia quando acquista un capo prodotto in serie – l’abbigliamento confezionato nasce proprio in questi anni – sia quando si concede qualche lusso.

Abito anni '20 di sartoria italiana, Archivio A.N.G.E.L.O.
Abito anni ’20 di sartoria italiana, Archivio A.N.G.E.L.O.

Anche alla sera, dunque, può sfoggiare abiti preziosi dalle fantasie floreali o vegetali insieme a boccioli o rami gioiello mentre ondeggia il suo caschetto, look prediletto di questo decennio: come di giorno, un delizioso compromesso tra eredità della tradizione femminile e vessilli della modernità.
La stessa Coco Chanel, la madrina dello stile garçonne, la creatrice del “petit robe noire” comparato nel 1926 da Vogue all’automobile Ford per la sua capacità di sintetizzare lo spirito moderno dell’epoca, non rinuncia al fiore: il Garofano, antecedente della sua famosissima Camelia, compare già dagli esordi – appuntato sulla spalla di un elegante completo da giorno in bianco e nero.
(MR)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...