THE ICONS: CARRÉ HERMÈS

To define the Carré Hermès is complex. They are not only squares made of silk, not even just accessories. They are entire universes held in a orange box, 90×90 artworks impressed on the most precious fabric, tales of every kind, of every places and times, that touch at the first sight.  Carré Hermès are synonymous of luxe and style, femininity and refinement. Diana Vreeland considered them able to donate a instant elegance to who wears them. The stars of the past as Greta Garbo, Jacqueline Kennedy, Liz Taylor, Audrey Hepburn and Grace Kelly, were witnesses of the style they are able to transmit. Starting from a masculine accessory, Carré Hermès, became, due to at the intuition of Emile Maurice Hermès first and his meeting with the innovation spirit of the skilled weaver from Lyon Marcel Gandit at a later stage, a cult object result of an artisanal method that preserved itself unchanged till today. The Hermès Maison has become the symbol of the production of these object. Even if the origin of these accessory is previous to 1937, the birth date of this object of desire, it is with Hermès that this scarf became an icon, a jewel, a masterpiece of perfection that never become unfashionable but become more and more precious with the flow of time.

Definire i Carré Hermès è complesso. Non sono semplici quadrati di seta e nemmeno solo accessori. Sono interi universi racchiusi in una scatola arancione, opere d’arte formato 90×90 impresse nel più pregiato dei materiali, narrazioni di tutti i generi, di tutti i luoghi e di tutti i tempi, che emozionano al primo sguardo. I Carré Hermès sono sinonimo di lusso e di raffinatezza, di femminilità e ricercatezza. Diana Vreeland, li considerava capaci di donare un’eleganza istantanea a chi li indossava. Le dive del passato, come Greta Garbo, Jacqueline Kennedy, Liz Taylor, Audrey Hepburn e Grace Kelly, erano testimoni viventi della classe che erano in grado di trasmettere. Creato a partire da un accessorio maschile, il carrè Hermés, diventa, grazie all’intuizione di Emile Maurice Hermès prima e il suo incontro con lo spirito innovativo dell’abile tessitorelionese Marcel Gandit successivamente, un oggetto di culto frutto di un metodo di lavorazione artigianale che si è conservato immutato fino a oggi. La Maison Hermès è diventata il simbolo della produzione di questi oggetti per antonomasia. Se infatti, le origini del foulard sono precedenti al 1937, data di nascita di questo oggetto del desiderio, è con Hermès che il foulard diventa un’icona, un gioiello, un capolavoro di perfezione che non passa di moda ma diventa sempre più prezioso con lo scorrere del tempo.
[SM]

Annunci

2 pensieri su “THE ICONS: CARRÉ HERMÈS

  1. Sono passata da qui per caso e non ho potuto fare a meno di fermarmi. Trovare blog che affrontino la moda in maniera diversa rispetto ai soliti stereotipi fa sempre piacere. Tornerò molto spesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...